Catowl: un gioco magico che insegna la matematica ai più piccoli




Argomento: Matematica

Numero PLaNCK! di riferimento: 6 (ottobre 2015  -gennaio 2016)

 

The Brainy Band, 2017

 

Link alla pagina dell’editore

 

 

Catowl è un gioco da tavolo sviluppato da The Brainy Band e distruibuito in Italia da Tambù. Le premesse sembrano tutt’altro che scientifiche: una strega vive nella foresta, circondata solo da gatti e gufi su cui pratica i suoi esperimenti di magia. Attraverso questi animali il gioco insegna ai giocatori più piccoli le basi dell’aritmetica e della logica, stimolando anche l’osservazione e la concentrazione.

 

A strisce o a pois?

Nella scatola di Catowl troviamo tre totem di legno, due dadi e un mazzo di carte raffiguranti i gatti e i gufi, che possono essere blu o arancioni, con il manto a strisce o punteggiato. Catowl non è solo un gioco ma diversi giochi insieme, ognuno con un’età di riferimento. Il primo gioco si chiama “Conta!”. Il primo giocatore, iniziando dal più giovane, pesca una carta dal mazzo e la mette di fronte a sé; poi tira il dado con gli attributi e conta rapidamente quanti animali con la caratteristica indicate dal dado sono presenti sulla carta. La seconda versione di “Conta!” è uguale alla prima ma utilizza il dado con i numeri. Il giocatore in questo caso deve dire quali animali sono presenti nella quantità indicata dal dado. Un altro gioco è “Ricorda!” e richiede di memorizzare la carta di fronte a sè per 5-10 secondi. Si lancerà quindi il dado con gli attributi e ci si dovrà ricordare quanti animali delle carta presentavano quella caratteristica; il primo giocatore che risponde correttamente vince il round. Una variante di “Ricorda!” utilizzerà le stesse meccaniche ma questa volta si lancerà un dado con i numeri e bisognerà dire quale caratteristica è presente il numero di volte indicato dal dado. “Snatch!” è il gioco più complesso e richiede di prendere decisioni rapide. Si utilizzano tutte le carte e i totem. Si piazzano sul tavolo tre totem e le carte a faccia in giù. Il giocatore lancia il dado con i numeri e ogni giocatore deve prendere più velocemente degli altri il totem con l’animale presente il numero di volte indicato dal dado. L’ultima variante di Snatch, un po’ più complessa, richiede di memorizzare la carta per qualche secondo e di scegliere il totem giusto ricordando gli animali presenti sulla carta.

 

La matematica per i più piccoli

Come abbiamo visto Catowl è un gioco molto semplice ma anche efficace nel trasmettere le prime nozioni di calcolo, e allo stesso tempo richiede di esercitare la concentrazione e la memoria. Per questo consigliamo caldamente il gioco, che può essere utilizzato come un vero e proprio strumento didattico diretto ai più piccoli. I diversi giochi hanno anche un’età consigliata differente. “Conta!” è indicato per bambini dai 4 anni, “Ricorda!” dai 5 anni e “Snatch!” dai 6 anni.

 

 

Tutte le recensioni della serie: