Un tesoro sotto i nostri piedi: il suolo



Sai che uno dei più grandi tesori del pianeta si trova proprio sotto i nostri piedi? Non si tratta di oro o pietre preziose: la ricchezza è il suolo, una risorsa che contiene elementi fondamentali per la vita. Osserviamolo insieme!

 

Esploriamo gli orizzonti

Il suolo é formato da molti elementi: acqua, minerali, resti di organismi viventi e piccole bolle d’aria. Per studiare com’è composto, possiamo scavare una buca e osservare al suo interno gli strati di terreno sovrapposti,  chiamati “orizzonti”; il loro numero e spessore cambiano a seconda del luogo.

Gli orizzonti vengono identificati con le lettere dell’alfabeto. Appena sotto la superficie troviamo l’orizzonte A, la “fabbrica del suolo”: qui vivono piccoli animali e minuscoli organismi che mescolano, triturano e decompongono le sostanze minerali provenienti dagli strati inferiori e i resti degli esseri viventi che giungono dalla superficie. Queste attività rendono il suolo più fertile, aumentando l’umidità e la presenza di aria e aggiungendo elementi nutritivi come il potassio e il fosforo.

Grazie alla pioggia, alcuni prodotti dell’orizzonte A vengono trasportati in profondità e si depositano nell’orizzonte B, detto “di accumulo”. L’orizzonte C si trova ancora più in basso, è formato da roccia triturata e non ospita molti organismi. Infine, lì dove termina il suolo troviamo uno strato roccioso, l’orizzonte R.

Osservando gli orizzonti, si nota inoltre che il suolo non ha sempre lo stesso colore: esso dipende dal contenuto. L’orizzonte A, ricco di sostanze derivate dagli organismi viventi, è spesso molto scuro. Il ferro forma strisce rossastre e l’argilla è gialla: elementi come questi possono trovarsi in diversi orizzonti e donare loro un colore particolare. Il suolo può somigliare a una torta a strati, con un colore per ogni gusto!

 

Una risorsa da proteggere

Il suolo impiega tempi lunghissimi per generarsi, persino diversi secoli! Eppure può essere distrutto velocemente, ad esempio quando lo copriamo di cemento, lo inquiniamo o lo compattiamo con veicoli pesanti. Una perdita molto grave dato che questa risorsa ci regala servizi insostituibili. Il suolo ospita molti organismi – pensa ad esempio alle formiche, alle talpe, ai funghi – e nutre le piante, che a loro volta forniscono cibo e ossigeno agli esseri viventi. Inoltre filtra, depura e trattiene l’acqua delle precipitazioni. Infine, custodisce la memoria storica del mondo, conservando i fossili e le tracce degli avvenimenti passati.

Insomma, il suolo ha un ruolo importantissimo. Dobbiamo impegnarci molto per mantenere questa fragile ricchezza: rimbocchiamoci le maniche!